Pillole di saggezza dal "Sudoku"


I bambini ci insegnano l'utilità del gioco in ogni ambito di vita. Simulare, immaginare, confrontarsi, misurarsi con se stesso o con gli altri sono tutte attività che parlano di noi.

Come ci approcciamo al gioco, la nostra perseveranza (la "tigna", come si dice in Toscana...), le emozioni quando non riusciamo ad avanzare, quando veniamo sconfitti o siamo vincitori. Ciò che proviamo in relazione all'altrui sconfitta e vittoria. Il tipo di gioco da cui siamo maggiormente attratti o verso il quale proviamo repulsione.

Osservare le soluzioni che la nostra mente trova per avanzare ci fornisce inconsciamente potenti metafore di infiniti approcci applicabili alla vita reale, soprattutto in ambito aziendale, dove in fondo tutto si può ricondurre ad un grande gioco di specchi che ci rimanda il senso di noi stessi, del nostro valore e della nostra identità.

E ciascun gioco, che sia individuale o di gruppo, ha sempre qualcosa da insegnarci.

A me piace moltissimo il Sudoku. E' una droga. Ne faccio uno al giorno e non di più per autodisciplina. Altrimenti esagererei!

Ed ecco alcune cose che mi ha insegnato.

Ma ce ne sarebbero molte di più che ho tralasciato di annotare...

1. Trovi i numeri dove meno te l’aspetti (cioè proprio su quel percorso che avevi reputato improbabile)

2. Quando pensi di aver già valutato uno schema di possibile soluzione e lo scarti, devi riconsiderarlo poco dopo perché tutto cambia e lì si aprono nuove possibilità anche se la tua mente stenta a crederlo

3. Anche un piccolo numero al posto giusto può fare la differenza perché è in grado di cambiare tutto lo schema di possibilità

4. Dopo ogni faticosa conquista altre ne seguono a grappolo

5. Quando pensi di avercela fatta trovi altri blocchi

6. I numeri sono sempre davanti a te, ma puoi non vedere la soluzione per un sacco di tempo

7. Se ti distrai dal rompicapo, quando ritorni tutto diventa più facile (potenza del rilassamento...)

8. Alle volte la soluzione consiste nel considerare i numeri in coppia

9. Anche ciò che è indefinito in un sottoschema, può essere utile per la soluzione di un altro

10. La soluzione c'è sempre


Qualcuno vuole continuare?


In primo piano
Articoli recenti

© 2016 by Le Diecimila Creature di Carolina Oro